Warm up - preparare il corpo a lavorare bene e ottenere ottimi risultati

Warm up

Cos’è il warm up?

warm up in acqua ottimo che a terra

warm up prepara il tuo corpo a lavorare

Per warm up in acqua si intende la fase di pre-allenamento, o meglio la fase di riscaldamento in acqua che si effettua prima dell’esercizio vero e proprio. Non è come molti pensano uno spreco di tempo. E’ estremamente importante prima di qualsiasi allenamento sia in acqua che a secco.

Gli scopi del warm up in acqua possono essere riassunti come segue: porre le condizioni cardio-respiratorie necessarie per poter intraprendere la seduta di allenamento, riduzione del rischio di infortuni grazie all’aumento della temperatura corporea. Anche nel caso in cui gli infortuni si verificano, creano meno problemi, miglioramento della capacità di concentrazione, miglioramento della prestazione durante il lavoro successivo grazie all’aumento del battito cardiaco.

Affinché esso dia gli effetti desiderati però deve avere una certa durata e una certa intensità. Ciò dipende dalle condizioni fisiche della persona che lo pratica e dalle condizioni ambientali i cui si svolgerà l’allenamento. Per esempio nelle persone più allenate il warm up dovrà durare più a lungo ed essere più intenso, come dovrà essere più lungo e più intenso nelle giornate più fredde.

Il warm up in acqua

Il warm up in acqua, come quello a secco, si compone in particolare di due fasi : iniziale e quello apposito per il tipo di allenamento che si andrà a praticare.

I primi 10-15 minuti della lezione e serve per preparare sia il nostro fisico che la nostra mente al lavoro che andremo a svolgere. Si può effettuare con o senza attrezzi e richiede gesti ampi e un’andatura regolare.

Come già accennato nelle righe precedenti, l’esercizio che andrà a costituire la seconda parte dipende dal tipo di attività motoria che si andrà a svolgere nella fase successiva. Nella pratica, si tratta di eseguire lo stesso esercizio che si effettuerà durante l’allenamento vero e proprio. Però ad un ritmo molto leggero, ritmo che aumenterà di intensità molto gradualmente preparando in modo efficace muscoli e tendini.

In entrambi i casi si parla di warm up attivo. Si parla invece di warm up passivo quando la temperatura corporea aumenta mediante l’utilizzo di docce o massaggi.

I maggiori effetti positivi sono determinati fondamentalmente dall’aumento della temperatura corporea. Essa fa sì che l’ossigeno si distacchi più rapidamente dall’emoglobina diventando disponibile più rapidamente per i muscoli attivi.

Inoltre, l’aumento della temperatura della cute durante il warm up causa una maggiore sudorazione. Evitando, allo stesso tempo, una ipertermia cioè un aumento della temperatura interna.

Importante il warm up

Molto simile a quello eseguito a terra. Si compone essenzialmente di esercizi quale marcia su posto, saltelli, apertura e chiusura delle gambe. La differenza tra il warm up in acqua e a secco è che il rischio di traumi in acqua è ancora più ridotto grazie alla diminuzione del peso corporeo.

L’allenamento in acqua può essere svolto in acqua alta, con l’acqua che arriva al petto o alla vita. L’allenamento in acqua consente una riabilitazione molto più rapida rispetto all’allenamento a terra.