Doccia Terapeutica

Curarsi con la Doccia Terapeutica

La doccia terapeutica si fonda sull’utilizzo del getto dell’acqua ad una determinata pressione, che deve essere necessariamente compresa fra uno e tre atmosfere e ad una determinata temperatura in base alla quale possiamo distinguere le docce terapeutiche fredde, calde, scozzesi o alternate. Le docce terapeutiche possono essere distinte in:

  • docce terapeutiche fisse
  • docce terapeutiche mobili: in questo caso il getto dell’acqua viene indirizzato dal fisioterapista
  • docce terapeutiche locali: hanno un effetto doppio determinato dalla temperatura dell’acqua, dalla pressione e dalla durata
  • docce terapeutiche generali: servono soprattutto per stimolare i movimenti riflessi degli organi nervosi con l’area cutanea.

Sussiste anche la possibilità di abbinare alla doccia terapeutica anche il massaggio o l’idromassaggio.

Ulteriori distinzioni di docce terapeutiche

In base alla posizione del soggetto e all’altezza e alla posizione dei getti d’acqua possiamo fare un’ulteriore distinzione tra le docce terapeutiche.

  • doccia terapeutica circolatoria (Mantello): si basa sull’utilizzo di getti d’acqua incrociati. Sono getti d’acqua incrociati che massaggiano continuamente il corpo favorendo una sensazione di totale benessere.
  • doccia terapeutica ad affusione: la persona viene posta in posizione riversa, dopodiché si compie un massaggio rilassante mediante un delicato getto di acqua di mare.
  • doccia terapeutica filiforme: sono soprattutto i centri benessere che curano i problemi a livello dermatologico soprattutto del viso, ad utilizzare questo tipo di doccia. Si distingue in particolare per l’elevata pressione dell’acqua, fino a 7 atmosfere e per il getto molto sottile.
  • doccia terapeutica a getti: in questo caso il getto dell’acqua viene posto ad una distanza determinata e ad una notevole pressione al fine di stimolare la circolazione e rinvigorire i muscoli.
  • doccia terapeutica Svizzera: questa doccia ha l’effetto di un massaggio rinvigorente grazie agli intensi getti d’acqua proiettati sul corpo a diverse altezze.
  • doccia terapeutica di Vichy: anche questo tipo di doccia viene utilizzata per curare le malattie della pelle, in particolare quelle del viso. I getti vengono posizionati in alto e a distanza ravvicinata alla persona che è distesa su appositi materassini. Come per la doccia filiforme anche la doccia di Vichy si caratterizza per un getto molto sottile e una pressione molto elevata, fino a 7 atmosfere.