Musicoterapia - rilassamento benessere salute mentale grazie alla musica
musica, terapia, comunicazione, benessere, mentale, fisico
42584
post-template-default,single,single-post,postid-42584,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.5.1,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Musicoterapia

La musicoterapia è una tecnica che si basa sull’utilizzo della musica come mezzo di comunicazione a scopo terapeutico, riabilitativo ed educativo. La musicoterapia è fonte di benessere e salute per l’organismo umano sia a livello fisico che mentale.

Perché la musicoterapia è così profondamente benefica per l’organismo umano?

musicoterapia aiuta bambini e adulti

musicoterapia aiuta con la musica a rilassare le sinapsi della mente

Come succede per l’acqua la nostra reazione nei confronti della musica è frutto di ciò che noi viviamo mentre siamo nel grembo materno in quanto già durante i 9 mesi di gestazione veniamo a contatto con dei suoni che andranno poi a formare il cosiddetto “ Io Sonoro “.
Possiamo distinguere vari approcci alla musicoterapia: pedagogico , psicoacustica e psicoterapico.

L’approccio psicoterapico è il tipo di musicoterapia più tradizionale . Attraverso questo tipo di approccio i musico terapisti utilizzano il suono per aiutare i partecipanti a tirare fuori le emozione più nascoste. Per quanto riguarda invece l’approccio psicoacustica esso si basa sul principio secondo cui il nostro cervello reagisce in modo diverso a seconda della tonalità del suono e a seconda della velocità.

 

A questo proposito la musicoterapia ha elaborato una teoria che si può definire assoluta per cui: modo maggiore eseguito ad un tempo….

  • lento dona tranquillità
  • veloce dona gioia ed entusiasmo
  • lento dona tristezza
  • veloce dona ansia, inquietudine e preoccupazione

La sperimentazione

Questa teoria di musicoterapia trova i suoi fondamenti anche in una serie di esperimenti che prendevano in considerazione le variazioni del battito cardiaco , la respirazione , la pressione sanguigna e la reazione elettrica della pelle .
L’esperimento in particolare consisteva nel far ascoltare ad una serie di persone dei pezzi che secondo la teoria dovevano produrre gli effetti sopracitati . Il risultato confermò la teoria . Le diverse “cavie”, a parità di brano ascoltato , provavano le stesse sensazioni . Ad esempio si è verificato un aumento della sudorazione in tutti i soggetti nel caso dell’ascolto dei brani che in base alla teoria si classificavano come paurosi.

Questa è una dimostrazione del fatto che la musica ha effetti sull’organismo umano che sono indipendenti dal carattere o dalla personalità di un individuo.

Affinché la musicoterapia fornisca i risultati desiderati è importante imparare ad ascoltare la musica. Quindi una corretta musicoterapia richiede che la musica sia ascoltata innanzitutto in perfetto silenzio senza rumori circostanti che potrebbero disturbare la nostra concentrazione . Altra cosa importante è la postura del corpo che deve essere tale da favorire il totale rilassamento . È importante inoltre tenere gli occhi chiusi; questo renderà più semplice l’ascolto del proprio interiore .

Nella musicoterapia la comunicazione avviene con i suoni e con la musica non con le parole.

Abbiamo già affermato che la musicoterapia ha effetti benefici sia a livello fisico che psicologico . Questo spiega perché la muiscoterapia sia ampiamente utilizzata negli istituti di igiene mentale . Ancora più efficace è la musicoterapia associata a movimenti e massaggi in acqua, in quanto ai benefici della musicoterapia si sommano quelli dell’acqua relax.

Una seduta dura solitamente un’ora e può essere individuale o di gruppo . La sessione si apre con lo studio da parte del musico terapista delle caratteristiche del soggetto che ha in cura per capire quale sarà il tipo di musica in grado di apportare benefici al suo stato fisico o mentale . In seguito il paziente potrà suonare oppure ascoltare dei brani musicali che hanno lo scopo di rilassare .
In ogni caso la durata della lezione di musicoterapia e la periodicità delle sedute dipendono dal soggetto che deve seguire la cura.

Per concludere si può dire che è stato largamente dimostrato che la musicoterapia è estremamente benefica soprattutto per gli anziani, in particolare quelli che vivono nelle case di riposo in quanto psicologicamente più deboli , per curare malattie causate da traumi cerebrali per le donne in gravidanza in quanto dona un senso di profondo rilassamento , per aiutare gli affetti dal morbo di Alzheimer e per curare le dipendenze.

No Comments

Post a Comment